Liliana Segre visita la nostra mostra della Brigata Ebraica

Il giorno 11 febbraio 2020 abbiamo avuto l'onore di avere Liliana Segre in visita alla nostra mostra della Brigata Ebraica presso la Regione Lombardia

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Ieri abbiamo avuto l'onore di avere Liliana Segre in visita alla nostra mostra della Brigata Ebraica presso la Regione Lombardia.

Il direttore del Museo, Davide Romano, ha rilasciato in proposito la seguente dichiarazione: "Ho visto la senatrice molto interessata alla storia della Brigata Ebraica, e con piacere le ho illustrato la scelta di campo fatta da quei volontari di combattere prima per la libertà, e poi appoggiare le armi per dedicarsi ad assistere i reduci dai campi di sterminio: tra cui la stessa Liliana. Ieri si sono ricomposte due diverse pagine della storia ebraica in Italia. Da una parte le vittime della Shoah, e dall'altra i salvatori sionisti. Due storie che si erano intrecciate allora, e oggi hanno avuto modo di riabbracciarsi e ri-conoscersi. Un momento di storia e di verità, in un periodo come quello che stiamo vivendo dove la storia è sempre più mistificata e piegata alle convenienze politiche. Un grazie di tutto cuore alla senatrice per questo toccante incontro."

Nella foto d'apertura, da sinistra verso destra: Carlo Borghetti (vice-presidente del Consiglio Regionale), Attilio Fontana (presidente della Regione Lombardia), Daniela Dana Tedeschi (vice-presidente dei Figli della Shoah, Liliana Segre (senatrice e testimone della Shoah), Davide Romano (direttore del Museo della Brigata Ebraica), Alessandro Fermi (presidente del Consiglio Regionale).

Ricordiamo che la mostra è stata curata da Stefano Scaletta (Università del Piemonte Orientale), dalla professoressa Cristina Bettin (Ben Gurion University of the Negev) e dal professor Samuele Rocca (Ariel University).

Altri Articoli

I volontari ebrei in Italia - ricostruzione e soccorso
Notizie

I volontari ebrei in Italia: ricostruzione e soccorso

Nel dopoguerra, l’azione dei soldati ebrei dell’esercito britannico si rivolse prevalentemente alla riapertura di scuole e alla gestione di centri di raccolta per ricostruire le comunità ebraiche devastate dalla Shoah